Laboratorio Teatrale San Vittore Globe Theatre | Cetec - Centro Europeo Teatro e Carcere
Progetti

Laboratorio Teatrale San Vittore Globe Theatre

IL PROGETTO
“San Vittore è l’unico carcere senza teatro. Te lo devi inventare, dal nulla.”

“Devi andare oltre le difficoltà per aprire in quei corridoi nuovi spazi alla pedagogia. E alla fine ti ritrovi sempre con lo stesso sgabello bucato, pronto ancora una volta a trasformarsi in una casa, in una maschera, in una nave pronta a salpare». Donatella Massimilla non parla di teatro-carcere. Preferisce la definizione di teatro delle diversità, dell’inclusione, delle comunità. E il concetto rende bene la complessità del CETEC, compagnia e associazione culturale che unisce nei suoi spettacoli detenute, ex-detenute e artisti esterni. 

Un teatro provato nei corridoi e nei cortili, rappresentato nella Rotonda del carcere milanese, nelle biblioteche carcerarie e negli spazi di socialità.

La sensibilità sociale si intreccia con la cura artistica. L’attività della compagnia ha sempre portato una connotazione di ricerca, di indagine. Fondamentale in questo senso il laboratorio teatrale a San Vittore, una “città invisibile”, che va ben al di là di quello che succede sul palco. È lì che si lavora davvero sulle persone, dove i detenuti ritrovano la presenza del corpo, della voce, delle emozioni negate. In questo percorso formativo diverse realtà collaborano con il CETEC, artisti esterni, giovani, studenti, cittadini e percorsi alternativi che portano a una costante contaminazione e dunque a una crescita continua. Necessario per l’attività della compagnia 

è quell’aspetto di movimento fluido da dentro verso fuori, aspetto che può essere considerato il vero cuore del CETEC. 

Si affiancano così diverse attività al laboratorio teatrale, mirate alla testimonianza e al racconto delle periferie, da quelle fisiche a quelle metaforiche. Storie dei luoghi del disagio, dei luoghi altri, ma anche storie personalissime e vissuti che vogliono sempre restituire possibilità di cambiamento e veicolare il linguaggio artistico come strumento per affrontare, ma soprattutto trasformare, le barriere. 

Libera Università del Teatro San Vittore.
FOTOGRAFIE REALIZZATE DA

Laboratorio Teatrale San Vittore Globe Theatre

Ultime Notizie

Scopri di più
su questo progetto!

Scrivici